Brexit: ancora nessun accordo tra UE e UK. Cosa devono fare le imprese

Nov 6, 2020 | Brexit, Commercial Law, Information Portal, Members news, News, Tax, Tax&Legal

 

Alla riunione del Consiglio UE, di venerdì 16 ottobre, le posizioni dell’Unione europea e del Regno Unito sono rimaste molto distanti e non è stato possibile raggiungere un accordo sulla Brexit. Visto il brevissimo tempo rimasto a disposizione, si prospetta l’incognita del “no deal”, con l’introduzione di nuove barriere tariffarie negli scambi commerciali tra le parti. Le imprese per non farsi trovare impreparate e superare le formalità doganali devono, indipendentemente dall’esito finale dei negoziati, aver adottato entro il 31 dicembre 2020 le procedure necessarie per effettuare gli scambi commerciali con il Regno Unito. A tale scopo l’autorità fiscale UK – HMRC ha aggiornato una nuova guida, impartendo nuove disposizioni.

Sembra ormai molto probabile che dal 1° gennaio 2021 la nuova relazione tra EU e UK possa essere affidata alle incognite di un “no deal” sulla Brexit, con l’introduzione di nuove barriere tariffarie e non tariffarie negli scambi commerciali tra le parti.

> Leggi l’approfondimento di Massimo Fabio – Aurora Marrocco – Studio Associato, KPMG – Trade & Customs services

 
X